lunedì 27 ottobre 2014

Una strana chiusura che sembra andare contro corrente

Il Priorato di Albano della FSSPX
Sembra essersi scatenata una campagna contro la Fraternità di San Pio X in palese controtendenza con le recenti aperture dell'Ecclesia Dei, nella persona di Mons. Pozzo.
La stampa enfatizza la Notificazione ai parroci sulla «Fraternità San Pio X» [qui] del Vescovo di Albano, che non fa altro che dare la fotografia della situazione dal punto di vista dell'ancora non raggiunta regolarizzazione canonica, ma determina improvvide sanzioni nei confronti dei fedeli, senz'alcun fondamento canonico.
Come al solito siamo di fronte ad una campagna mediatica [qui], che chiama in causa, con titolone ad effetto, direttamente il Papa. Non sappiamo fino a che punto sia falsificazione della realtà o una comunicazione indiretta e, come tale, comunque malsana. Che da parte del vescovo ci fosse difetto di accoglienza era cosa nota. Ma i toni sono decisamente fuori luogo. Tra l'altro, a ben vedere, il vescovo si arroga prerogative antiecumeniche perché il tipo di "reditus" - che per come sui esprime lui è rieducazione - alla luce del Vaticano II - non viene richiesto né agli anglicani né ai luterani né agli ortodossi. Cito dalla Notazione:
« [...] Pertanto qualunque fedele cattolico che richiede e riceve Sacramenti nella Fraternità San Pio X si porrà di fatto nella condizione di non essere in comunione con la Chiesa Cattolica. Una riammissione nella Chiesa Cattolica dovrà essere preceduta da un adeguato percorso personale di riconciliazione, secondo la disciplina ecclesiastica stabilita dal Vescovo [...]».
Aggiungo: L'ultimo documento magisteriale, che sancisce la dottrina tradizionale sull’ecumenismo prima del Decreto conciliare Unitatis Redintegratio, è la Instructio de motione oecumenica (Santo Officio, 20 dicembre 1949: in AAS, 31 gennaio 1950) che riprende l’insegnamento di Pio XI nell’enciclica Mortalium animos. Nell’Unitatis redintegratio l’Instructio del 1949 non è mai citata e non lo è neppure il vocabolo ritorno (reditus). Dunque alla reversione è subentrata la conversione. 
Afferma in proposito Romano Amerio (Iota unum, Lindau 2009, pag. 492): « Le confessioni cristiane, compresa la cattolica, non devono volgersi l’una all’altra, ma tutte insieme gravitare verso il Cristo totale che trovasi fuori di esse (non più nella Chiesa cattolica, quindi) e in cui esse devono convergere ».
Ne consegue il cambiamento dottrinale: la Chiesa di Roma non è più il fondamento e il centro dell’unità cristiana e la vita storica della Chiesa, che è la persona collettiva di Cristo, converge intorno a più centri (le varie confessioni cristiane) il cui centro più profondo sussiste al fuori di ciascuna di esse; il cambiamento implica che i separati non devono muovere verso il centro immobile che è la Chiesa guidata da Pietro. L'unità quindi non è più considerata già nella storia e cade la necessità di rifarsi ad essa escludendo a priori qualunque pluralismo paritario. Viene meno quindi la « riaffermazione della trascendenza del Cristianesimo il cui principio, che è Cristo, è un principio teandrico vicariato storicamente dal ministero di Pietro ».
Disapplicando questo principio, peraltro ritenuto malsano nei confronti dei "separati" - cosa che non riguarda in alcun modo la Fraternità di San Pio X - inopinatamente, il vescovo Semeraro tira fuori un improprio, infondato e insostenibile "reditus" per la FSSPX e i fedeli che la frequentano. Siamo arrivati all'Auctoritas, non veritas, facit legem? Ma è solo la Verità e non l'autorità che fonda il diritto.

108 commenti:

Rr ha detto...

Cos'e'? La gente di Albano e dintorni comincia a disertare in massa le chiese diocesane ed affolla il Priorato ? Otto x mille in calo ? Offerte sempre pic generose all' SPX ?
Il vescovo sarebbe "uno dei piu' fedeli collaboratori di Bergoglio"..ammapete, quanti ne ha trovati di collaboratori in Italia il vescovo venuto dalla fine del mondo, a tutti sconosciuto !
Sse fossi di Albano, a leggere la pagina dell' Espresso( nota rivista cattolica) mi precipiterei al Priorato, chiedendo asilo
Rr

mic ha detto...

In effetti devono dar molto fastidio 60 bambini iscritti a catechismo per le comunioni, 25 cresime amministrate da Mons. de Galarreta due settimane fa e il Priorato brulicante di giovani e famiglie...
Mi dicono che nel Pellegrinaggio a Lourdes conclusosi oggi, insieme ai tre vescovi, numerosi sacerdoti e seminaristi, c'erano 30.000 fedeli.

In genere non mi baso sui numeri. Ma oggi come oggi, con le Chiese svuotate, questi direi che fanno effetto...

Alessandro Mirabelli ha detto...

La mia opinione e' che Semeraro abbia sentito franare il terreno sotto i piedi e così per farsi bello davanti al vdr ... s'e' inventato codesta panzana. Mons. Marcello, per favore, prima di scrivere certi editti dai una ripassatina a qual è la gerarchia delle fonti nel diritto canonico. Perche' se fosse tutto vero ciò che ha scritto mons. Marcello, e tutto vero non e', mi aspetterei che anche il vescovo di Ivrea, nlla cui diocesi ha sede il priorato FSSPX di Montalenghe, facesse altrettanto. L'editto di Semeraro e' un segnale del tutto positivo per la FSSPX. Sono sulla strada giusta.

mic ha detto...

In un primo momento avevo letto il comunicato del sito della diocesi che riporta solo la prima parte della notifica. Invece il testo integrale riporta anche le sanzioni...
In contrasto, peraltro, con quanto sostenuto dall'Ecclesia Dei sulla partecipazione dei fedeli alle Sante Messe (ricordo dichiarazioni di Mons. Castrillon Hoyos e mons. Perl)

Giancarlo Tauffi ha detto...

Ma e' lecito scomunicare un fedele che si confessi o prenda la comunione ad una messa della fsspx?
Da quel poco che ho imparato di diritto canonico, le messe dei sacerdoti della fsspx sarebbero messe valide, soltanto illecite, cosi' come sarebbe valida la messa di un sacerdote sospeso a divinis, giusto? Ammesso poi, e non concesso, che la consacrazione non fosse valida, di che colpa cosi' grave si macchierebbe una persona che assiste ad una tale messa? Non di idolatria. Allora doveva essere scomunicata anche mia nonna nel 1950.
Qualcuno puo' chiarire questi miei dubbi? Grazie mille.

Alessandra Petrucciani ha detto...

CARDINAL MARX: I GAY FEDELI RICEVONO LA SANATORIA DA DIO, e i fedeli della fraternità sacerdotale san Pio x, veniamo scomunicati dal vescovo Semeraro solo perchè vogliamo la Messa Cattolica e i Veri Sacramenti, nia Madre Aveva proprio ragione, nel dire che nella Nuova Chiesa nata dal Vaticano II c'è chi ci caca e chi ci piscia ma c'è pure chi non ci può dire neppure un Pater un Ave e un Gloria.

Rr ha detto...

Siamo al tempo delle grida di manzoniana memoria che, come qualsiasi studente sa, venivano ampiamente disattese e disobbedite.
Monsignore, dopo l' 11 febbraio, il 13 marzo e il 24 ottobre, i veri cattolici temono solo il Signore, non pic la gerarchia, se non qualche lodevole eccezione.
Rr

Anonimo ha detto...

Un papa che ha chiesto scusa ai pentecostali, come può scomunicare i lefebvriani che non sono altro che cattolici?

Alessandro Mirabelli ha detto...

Le sanzioni canoniche episcopali rasentano la follia? O l'incompetenza? O il delirio? E i cattolici che si trovano in Russia o in Bulgaria o in Grecia o a Cipro per ragioni di lavoro ed in mancanza di preti cattolici si confessano da quelli ortodossi? E quelli che si trovano in Cina e si confessano dai preti cattolici collaborazionisti col regime, anche loro sono scomunicati? Eppure anche agli ortodossi manca la giurisdizione. E a maggior ragione manca ai vescovi cattolici cinesi collaborazionisti che non riconoscono l'autorità del Papa. Ma i preti lefebvriani non sono come gli ortodossi che negano il primato di Pietro, che ammettono i divorziati risposati alle seconde nozze, che non riconoscono il Filioque e l'Immacolata Concezione. Certo che per gli ortodossi c'è la successione apostolica ma c'è anche per i lefebvriani e per i vescovi cattolici collaborazionisti cinesi. Io vorrei sapere da mons. Marcello perché non sono scomunicato se mi confesso da un prete ortodosso.

Aldo Palamara ha detto...

Chi è lui per giudicare?

un fedele di Albano ha detto...

Non conoscendo le vere intenzioni del papa si attendono però sue precisazioni. La vicenda è molto grave, soprattutto se ci saranno omissioni conniventi.

mic ha detto...

Io vorrei sapere da mons. Marcello perché non sono scomunicato se mi confesso da un prete ortodosso.

Non esiste più il diritto, esiste solo l'autorità, che è autoritarismo bieco.
Credo che si siano raggiunti livelli non più tollerabili da veri cattolici.

Alessandro Mirabelli ha detto...

Ma credo che il vdr non sappia proprio nulla. Perché allora non far intervenire la CdF anziché il vescovo di una diocesi quasi sconosciuta? Evidentemente inizia ad esserci una emorragia di fedeli ad Albano. Ed allora Semeraro ha deciso di fare il duro per farsi bello davanti al vdr. Ricordiamoci che il prossimo anno il card. Vallini compirà 75 anni; o forse Semeraro ambisce ad un posticino in Curia da capo dicastero. Chissà. Apparentemente potrebbe solo un suo colpo di testa però potrebbe codesta mossa anche far parte di un gioco più ampio volto a mandare tutto all'aria come nel 2012. E se Semeraro avesse letto d'intervista di Pozzo, l'ultima?

mic ha detto...

Epperò si continua a permettere che i neocatecumenali
- vengano catechizzati con catechesi secretate perché c'è l'arcano,
- abbiano propri seminari dove i loro sacerdoti vengono formati secondo l'iter del cammino e sono subordinati ai catechisti, emanazione diretta degli iniziatori
- in un'organizzazione piramidale di stampo settario, comprovatamente giudeo-luterano-gnostica,
- con una liturgia sincretista corretta da Benedetto XVI senza esiti
- dove c'è decima obbligatoria, se vuoi continuare il percorso di "iniziazione" (ma nessuno lo sa fino ad una certa "tappa", dopo anni)
- ecc. ecc. ecc. ampiamente documentato e totalmente ignorato

Per loro nessuna "rieducazione"?
Però si dà il caso che hanno sponsor tra i personaggi più potenti della Curia e delle diocesi...

Altro che abominio della desolazione!

Alessandra Petrucciani ha detto...

I VESCOVI MODERNISTI :SCOMUNICHIAMO I LEFEBVRIANI E I FEDELI, POI DANNO VOCE ALLA PIU' GRANDE CLOACA CHE HANNO IN SENO AL COLLEGIO CARDINALIZIO CHE MERITEREBBE DI ESSERE RIPORTATO ALLO STATO LAICALE E SCOMUNICATO DAVVERO La « confessione di Gesù Cristo Figlio di Dio... è un residuo di mentalità mitica, passivamente accettato» (p. 223). I miracoli di Gesù nel Vangelo: «Un problema che rende piuttosto strana e difficilmente comprensibile all'uomo moderno l'attività di Gesù...», e scrive che «si ha l’impressione che il N. T. abbia arricchito la figura di Gesù di motivi extra-cristiani per sottolinearne la grandezza e l'autorità» . I miracoli «possono essere interpretati anche come opera del demonio. In se stessi, poi, non sono così chiari e non costituiscono necessariamente una prova della divinità di Gesù» (p. 129). La Resurrezione: «Nessun testo neo-testamentario asserisce di aver visto Cristo risorgere». E continua: «Gli enunciati della tradizione neo- testamentaria della risurrezione di Gesù non sono affatto neutrali: sono confessioni e testimonianze prodotte da gente che crede» (p. 176). Anche della scoperta del «sepolcro vuoto», scrive: «dobbiamo supporre che non si tratti di cenni storici, ma soltanto di artifizi stilistici, escogitati per richiamare l'attenzione e creare «suspence»» (p. 172)... «in ciò su cui si vuole richiamare l'attenzione, non é il sepolcro vuoto; si annuncia la risurrezione, e il sepolcro viene considerato soltanto come segno di questa fede» (p. 173). (cardinale Walter Kasper, Gesù il Cristo, Queriniana, Brescia).
leggete bene -
Il cardinal Kasper è un eretico !

Alessandro Mirabelli ha detto...

Riguardo il cammino neocatecumenale: anche confessione individuale non già auricolare ma davanti a tutti i fratelli della comunità. Io ho una collega che da anni fa parte del cammino. Non si è' fatta alcuna remora a votare alle regionali del Piemonte nel2005 per rifondazione comunista, il partito più anti cristiano in Italia. Ottima formazione avuta nel cammino, immagino.

Alessandro Mirabelli ha detto...

@ Alessandra Petrucciani.
Potresti, per favore, segnalare il libro che hai citato del card. Kasper a mons. Semeraro? Sono curioso di vedere la sua reazione

Rr ha detto...

Semeraro- chi e' costui? - fa la voce grossa come qquei cagnetti che abbaiano, abbaiano ad un molosso, che poi, seccato, se li sbrana.
A Lourdes han riempito una delle chiese principali ( un orrore di modernità ) ovviamente non di nascosto.
A Nostra Signora di Guadalupe pure.
Non mi sembra che Vingt-Trois aParigi abbia fatto sgomberare S. Nicholas du Chardonney.
Forse comincia il sabotaggio. L' intervista a Pozzo ha smosso le acque.
E dopo il Sinodo han paura che il terreno frani loro sotto i piedi.
Rr

Anonimo ha detto...

Puro delirio del sig. Semeraro non c'è che dire, ha fatto un ottimo autogol; segnamo un altro punto a favore della FSSPX...avanti tutta!

Anonimo ha detto...

"Una riammissione nella Chiesa Cattolica dovrà essere preceduta da un adeguato percorso personale di riconciliazione, secondo la disciplina ecclesiastica stabilita dal Vescovo"

Ma come. Se non facciamo proseliti!

Una Vox ha detto...

....
Ma la preghiera non è il primo passo da fare in campo ecumenico? Abbracci e baci con i non cattolici, ma diffida per quelli che vogliono pregare insieme a dei fratelli cattolici, che sono soltanto (se si vuole) “indisciplinati”?!

Tutto il rispetto e l’obbedienza al Vescovo, e anche la comprensione per le sue sollecitudini pastorali, ma non mi sembra che rientri nell’ambito della sua potestà il proibire di pregare insieme ad altri fratelli cattolici (anzi cattolicissimi), tanto più in considerazione del fatto che il pregare insieme è il primo passo da fare in campo ecumenico.

Se il Papa, abbracciando e baciando Ebrei (che rifiutano il Cristo), mussulmani (che non credono alla divinità di Cristo e si propongono di eliminare gli “infedeli” e condannare a morte chi si converte al cristianesimo), ortodossi (che non riconoscono il primato giurisdizionale del Papa) e protestanti (che non credono alla verginità di Maria e rifiutano alcuni sacramenti), ci vuole invitare a rapporti fraterni con costoro, esortando anche a pregare insieme, senza dimenticare che lui si è persino inchinato per ricevere la benedizione dal Primate anglicano, la cui ordinazione sacerdotale ed episcopale è invalida, e quindi è un laico, come si potrebbero per coerenza ripudiare dei cattolici, che sono soltanto indisciplinati, per la loro ferma volontà di rimanere legati alla Chiesa come è stata per secoli fino al Concilio Vat. II?

Di che cosa vengono accusati gli aderenti alla Fraternità S. Pio X, per doverli tenere a distanza e nemmeno pregare con loro?
Di essere rimasti fermi alla Chiesa preconciliare?
O grave delitto nel quale i cattolici hanno perseverato per secoli!
Abbracci e baci agli eretici, ma alla larga da costoro!
Con buona pace della conciliare Unitatis redintegratio!

C’è bisogno di aggiungere altro?

Anonimo ha detto...

Perché in controtendenza ?

Se le offerte di accoglienza della Fraternità sono condizionate all’accettazione integrale e acritica del CVII e soprattutto dello “spirito” del concilio a me pare che la coerenza ci sia.

La scomunica costituisce un forte strumento di dissuasione per i fedeli dalle “cattive frequentazioni” e quindi di pressione per la Fraternità ad accettare la riconciliazione alle condizioni proposte.

Carota e bastone.

La tradizione cattolica va imbrigliata e resa innocua, perché ostacola la nuova religione universale fondata sul culto dell’uomo.

Mi sembra un buon segno, comunque, che si senta la necessità di usare il bastone con forza. Vuol dire che, nonostante il pubblico disprezzo, una resistenza forte c’è e fa proseliti.

Anna

RAOUL DE GERRX ha detto...

"Ma e' lecito scomunicare un fedele che si confessi o prenda la comunione ad una messa della fsspx? "

Oui, cher Monsieur, pour la secte conciliaire c'est licite. Mais la secte conciliaire, n'ayez aucun doute là-dessus, N'EST PAS l'Église catholique. Elle en occupe les églises, les séminaires, les couvents, toute la structure apparente, mais elle n'est pas l'Église catholique. Elle a commencé avec le concile Vatican II. Elle a désormais deux papes. Elle met sur le même plan toutes les religions. Elle affirme que les Juifs peuvent se sauver en restant Juifs et que l'adhésion au Christ est facultative. Elle affirme que les musulmans ont le même Dieu que nous, etc., etc., etc. Comment pourrait-elle être l'Église catholique ?

RAOUL DE GERRX ha detto...

Vous voulez voir ce qu'est la secte conciliaire en Pologne, pays de "saint" Wojtila, et comment elle traite ses enfants ?
Regardez ça :

http://www.traditioninaction.org/RevolutionPhotos/A597-Lublin.htm

Par parenthèse, que la FSSPX cherche de nouveau à s'unir à cette secte devrait être, pour les vrais catholiques, un motif de grande perplexité…

RIC ha detto...

Va comunque osservato che nella diocesi di Albano ricade anche Castelgandolfo e dunque il Semeraro non e' proprio uno sconosciuto (anche se il vdr non frequenta le ville pontificie perche' ha tanto da fare...). Mi sembra la sortita del classico personaggio di bassa caratura che, per farsi pubbblicita', diventa piu' realista del re.j

Stefano78 ha detto...

Anche io credo, come Anna, che queste siano mosse politiche. Strumentalizzano il "sommovimento" interno alla SPX, e danno un messaggio chiaro per la "futura regolarizzazione". Il fatto che potrebbe avvenire (bisogna vedere come, e se Fellay riuscirà a spuntarla con la sua richiesta di "permesso per i sacramenti"), non significa affatto che la SPX è "accolta". Anzi. Ma questo penso che Fellay lo sapesse già, senza il Vescovo di ALbano a ricordarlo.

In ogni caso, prima per Fellay c'era un tempo un pizzico più favorevole. Oggi il vento è decisamente cambiato.

Stefano78 ha detto...

Di che cosa vengono accusati gli aderenti alla Fraternità S. Pio X, per doverli tenere a distanza e nemmeno pregare con loro?

Domanda retorica di cui tutti conosciamo la risposta.

L'abuso di potere del Vescovo e le minacce sui fedeli sono veramente deplorevoli. Ci sarebbe bisogno di ricordare i limiti dell'Autorità, quella vera, a chi sta dilagando con un despotismo vergognoso che non tiene in minimo conto la cura delle anime.

Questi atti del Vescovo sono POLITICI, non hanno nessuna attinenza col Diritto o colla realtà dei fatti. Per questo andrebbe ricordato al Vescovo, magari dal Confratello Fellay, e per conoscenza alla CURIA, quale sia lo stato della SPX.

I sacramenti della SPX sono amministrati validamente e cattolicamente. Il credo della SPX è Cattolico Apostolico Romano. La SPX crede (più di tutti) al Primato Petrino e obbedisce al Papa legittimo (altrimenti non chiederebbe di ricomporre la situazione canonica). Amministra validamente, ad casum, anche la COnfessione (ricordiamo le concessioni della curia).

Il suo problema è di non avere giurisdizione. Ma una Fraternità che non ha giurisdizione può essere considerata eretica? Anche a questa domanda sappiamo rispondere

Stefano78 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Stefano78 ha detto...

Inoltre, se proprio vogliamo essere puntigliosi, la SPX uno statuto ce l'ha, anche se è stato messo in discussione dopo la scomunica. La SPX era riconosciuta ecclesialmente. Infatti il papa "emerito" aveva ribadito che la scomunica colpisce persone non istituzioni. E se proprio vogliamo essere ancora più puntigliosi, la mancata giurisdizione, ovvero il non avere "parrocchia o istituto" canonico, non impedisce la celebrazione PRIVATA. A meno di chiamare in causa Nerone, e chiedere a lui aiuto per impedirla

Anonimo ha detto...

Ma come. Se non facciamo proseliti!

E' senza dubbio ufficiale l'obbligo di proselitismo coatto al verbo vatican2ista, il verbo della chiesa2.
Ma come dice Raoul, questa NON è la vera Chiesa di Cristo, bensì un'infame setta masson-ecumenista che trascina i fedeli -con lusinghe o minacce, volenti o nolenti, ma ora con ricatti vieppiù scoperti- al macello dell'apostasia, servendosi dell'obbedienza "asinesca o cadaverica" delle masse acefale a un papa-dittatore (spietato persecutore dietro la maschera misericordina) ingannatore di folle, come qualcuno ha già detto.

Anonimo ha detto...

. La SPX crede (più di tutti) al Primato Petrino e obbedisce al Papa legittimo...

questa è bellina davvero:
ma chi sarebbe oggi il papa legittimo, stando ai fondati dubbi di Socci, che Stefano78 avallava convinto?

siamo in una chiesa del tipo "scale di Escher": non si capisce più il sopra/sotto, destra/asinistra, avanti/indietro, fuori/dentro ecc.
REALTA' SURREALE.

Urgentissimo! ha detto...

Cioè questo Semeraro che non avevo mai sentito nominare prima.... dice che io sarei fuori dalla Chiesa solo perché domenica scorsa sono stato alla Messa della FSSPX a Napoli ?
E quale percorso vorrà farmi fare per farmi riconciliare con la Chiesa cattolica ?

mic ha detto...

Insieme a commenti ricchi di senso, ci sono le solite sparate di pancia o provocatorie.
Mi riferisco all'anonimo 8:36

È vero che stiamo vivendo una realtà per molti versi surreale, ma il fatto di porsi e porre interrogativi a chi di dovere non impedisce di riconoscere l'attuale papa come legittimo.

mic ha detto...

Salvo che il papa legittimo, sempre nel rispetto della sua alta funzione, va obbedito tenendo conto dei limiti dell'esercizio del suo potere che non è assoluto.

Stefano78 ha detto...

ma chi sarebbe oggi il papa legittimo, stando ai fondati dubbi di Socci, che Stefano78 avallava convinto?

Ho detto "Papa legittimo" a ragion veduta. In altri casi avrei usato solo il termine "Papa". Chi è il Papa legittimo? E' la domanda che è stata posta. Il Papa legittimo c'è ed esiste, ma siccome esistono dubbi sia sulla abdicazione di un Papa, che sulla elezione del successore, allora il dubbio è lecito. Ed io HO questo dubbio. Ma non sono il solo ad averlo. Alcuni lo hanno posto pubblicamente, tirando fuori gli attributi, che invece molti si tengono ben nascosti nelle brache. Pur avendo gli stessi, anzi, maggiori dubbi di noi.

Dunque: si obbedisce al Papa legittimo, nei limiti della sua Autorità. Chi sia, oggi, è dubbio. E in dubbio, si agisce secondo COSCIENZA. Giusto? Oppure la Coscienza Cattolica è defunta insieme al resto, e dichiarata anche essa scismatica?

RIC ha detto...

URGENTE Tosatti riporta l'ultima follia che potrebbe arrivare dal Brasile

http://www.lastampa.it/2014/10/28/blogs/san-pietro-e-dintorni/brasile-ok-ai-viri-probati-qtC6MqwL3kdEKKAKud3VzM/pagina.html

Metilde ha detto...

Per Giancarlo Tauffi:

Premetto che non faccio parte della Fraternità.
Detto ciò, i sacramenti dalla FSSPX sono validi, in quanto amministrati secondo i riti preconciliari, i quali rispettano certamente i tre requisiti richiesti per la validità: materia, forma ed intenzione del celebrante. A conferma di ciò vedasi il miracolo eucaristico di Lanciano: l'Ostia consacrata si trasformò in "vera carne" e in "vero sangue", nonostante i dubbi del Sacerdote.
I sacramenti dalla FSSPX sono in secondo luogo leciti nella sostanza, illeciti solo formalmente, poichè manca l'incardinazione.
Perchè l'incardinazione manca? Perchè non sono cattolici o la loro opera non è cattolica?
Nient'affatto. La FSSPX è stata riconosciuta dalla Chiesa: il 1° novembre 1970 Monsignor Charrière, vescovo di Friburgo, firmava il decreto di fondazione della Fraternità, la erigeva nella diocesi di Friburgo e ne approvava gli statuti.
Da quella data nulla è cambiato nella Fraternità, tutto è mutato nella gerarchia cattolica, che in gran parte non è più cattolica e per questo rifiuta l'incardinazione alla Fraternità, ma nulla obietta ad eretici, scismatici, pagani, atei ed ora divorziati-risposati, sodomiti... .
Il rifiuto dell'incardinazione non è esercizio legittimo dell'autorità, ma arbitrio dell'autorità.
Invece il problema della liceità del rito se lo dovrebbero porre coloro che partecipano a quello di Paolo VI, che i cardinali Bacci ed Ottaviani, Prefetto del Sant'Uffizio, definirono "un impressionante allontanamento dalla teologia cattolica della Santa Messa, quale fu formulata nella Sessione XXII del Concilio Tridentino, il quale, fissando definitivamente i «canoni» del rito, eresse una barriera invalicabile contro qualunque eresia che intaccasse l’integrità del magistero.", ed inoltre ne chiesero l'abrogazione in quanto “legge nociva per le anime”.
Ultima nota: se la posizione di Mons. Semeraro fosse fondata, ed i fedeli che ricevono i Sacramenti nella Fraternità San Pio X non fossero più in comunione con la Chiesa Cattolica, vale a dire scomunicati, a maggior ragione tale sanzione dovrebbe essere comminata a coloro che i sacramenti li amministrano, ma allora, perchè i Papi, e sottolineo "papi" perchè questa situazione perdura da decine di anni, non li hanno mai scomunicati?!
Apprendo una "nuova verità" della "nuova chiesa": non solo il Papa non è più superiore ai vescovi, non è nemmeno primus inter pares rispetto ai vescovi, ma è inferiore ai vescovi.

bernardino ha detto...

Signor, Semeraro (per favore togli il titolo che spetta agli Apostoli, che a te non si addice); prima di ogni cosa vorrei sapere se ti sei ben letto e analizzato lettera per lettera la remissione della scomunica da parte di un Papa eletto validamente e canonicamente da un regolare conclave, che si chiama Benedetto XVI, e se conosci anche il S.P. et Universae Ecclesiae (leggile che ti fà bene, potresti imparare qualcosa di buono al posto della superbia, per non dire altre parole - come cattiveria).
E dopotutto quello avete fatto voi e state facendo, rivoluzionando la Chiesa Cattolica e le Divine Leggi di Nostro Signore, ti permetti (e ti dò del tu, perchè di meglio non meriti) di mettere in discussione un popolo che si rivolge sia per la S.Messa che per i sacramenti alla FSPX.
Ma forse non ti sei accorto che le vostre chiese si sono svuotate, i seminari ed i conventi o monasteri non sono più quelli degli anni cinquanta, (sono vuoti) i Papi alla Pio X o Pio XII dicevano e predicavano una sana Dottrina chiamata Cattolica, ed era la stessa che era stata la Dottrina che per duemila anni era ed è tutt'ora per noi la Dottrina Cattolica, mentre voi state diffondendo una dottrina falsa ed eretica (e imbrogliate la gente, la vostra gente, ora mettendola sotto ricatto) esiste forse una vergogna peggiore di questa?
Oggi chiunque mette in discussione la vostra nuova pseudo/chiesa, tramite la stampa tutta che controllate, la mettete con le spalle al muro.
Te lo ripeto alla luce del sole: non ho alcuna paura di voi, perchè, il Signore vi ha già tolto ogni potere su ogni creatura, e forse senza saperlo potreste essere voi gli scomunicati da Dio Onnipotente.
Dio ci ha donato un mezzo per salvarci, e voi state facendo in modo, con mezzi rozzi e della peggiore specie, di allontanare migliaia e migliaia di persone che vogliono salvarsi l'anima da chi con sacrifici immensi cerca di dare il sale della vita mentre voi date loro la morte dell'anima.
Un giorno anche tu dovrai comparire davanti a Dio, e Dio non dice "" Chi sono Io per giudicare"" Dio giudica in base ad un metro di giudizio che voi non potete capire, e li non potete fare come il pubblicano ed il fariseo nel tempio, non potete fare dell'ipocrisia.
Ringrazio Dio che sono stato cresimato da un Vescovo che si Chiamava Giuseppe Gori (Successore degli apostoli, vero) e che non diceva ai suoi preti quello che dici tu ai tuoi; ma allora le Chiese erano piene di fedeli e veramente cattolici.
Era Cattolica la testa (i Vescovi) ed erano cattolici i piedi (i fedeli).
Ma se volete una chiesa diversa, la famosa èpseudo/chiesa due, perchè non ve la fate e lo dite ai vostri seguaci, come fanno tutte le false religioni?
Bernardino.
Semeraro, io esisto, e se ti interessa cercami presso Romano Rossi (forse un pò Vescovo). Monsignore, mi chiama il ribelle,e di certo lo sono e non tradisco Cristo per le falsità. Se ho ritrovato Cristo (dopo le pupazzate del concilio vat.II e post., vicino alla FSPX, e avendo ben conosciuto voi, me ne stò al sicuro. Dio mi dà la grazia per capire il bene ed il male, - in fondo queste cose sul bene ed il male le dice anche Bergoglio a Scalfari.
Che la coscenza esiste solo quando fà comodo a voi?

Maurizio ha detto...

Si e' vero: la gente sta disertando in massa le chiese di Albano e dintorni e quei pochi che ancora le frequentano purtroppo sono totalmente ignoranti della loro fede. Io sono di 'Albano e dintorni' e confermo che sempre piu' famiglie vanno alla FSSPX e alla S. Messa domenicale della FSSP a Roma (anche se piu' lontana per molti di noi che abitiamo nella zona Castelli). E' la pura verita'. Ogni tanto frequento anche le chiese diocesane di questa zona ma ... Signore, perdonami ... e' come andare al mercato!!! (specialmente se capito in una Messa 'per bambini'!!!

bernardino ha detto...

Per chi ha studiato ""I Promessi Sposi"", cominciano le grida "" dai all'untore, dai all'untore"".

Anonimo ha detto...

Il puzzle sta per completarsi.
Ogni giorno un tessera in piu`...
Quale sara` l'espediente per annichilire il Sacrificio?

Annarita ha detto...

Certo che la confusione diventa ogni giorno più imperante, da una parte si dice che la messa nuova essendosi allontanata dalla messa di sempre in modo tremendo (i frutti si vedono)ed essendo frutto di una mentalità modernista (voluta di protestanti e dai massoni), è valida ma non lecita(valida è anche quella degli ortodossi per intenderci e pure una messa nera fatta con le intenzioni e la materia giuste, da un sacerdote, ma entrambe illecite) poi dall'altra parte si dice che la Messa della FSSPX, quella che dal terzo secolo(le preghiere del messale del '62 sono le stesse che si trovano in documenti del terzo secolo) viene officiata in tutta la Chiesa, è valida, ma illecita. Poi ci sono i FFI che sono incardinati nella Chiesa, ma non possono dire la Messa VO. Dunque un fedele che vuole rimanere cattolico, che deve fare? E' lecito che diventi modernista per far un favore al vescovo Semeraro? Non so mi pare che oggi chi vuole rimanere cattolico si ritrovi a dover camminare in mezzo ad una giostra medioevale, con asce che cadono dall'alto, carboni ardenti sul suolo, lance che oscillano, mazze chiodate che roteano e il poveraccio che cerca di stare in equilibrio su un asse di legno traballante con in mano uno scudo. Ma caspita la Chiesa il buon Dio non l'aveva fatta perchè ci aiutasse a camminare sicuri verso il nostro fine? Ora pare che invece questa nuova chiesa voglia farci cadere e metta trappole ovunque. Dauna parte appertura ai peccati che gridano vendetta a Dio, dall'altra chiusura verso le fonti della salvezza. Un abbraccio ad Alessandra Petrucciani. Annarita

Marco Marchesini ha detto...

Alle auorità legittime si ubbidisce a meno che gli ordini non vadano contro la Fede e la Morale. Questo è appunto il caso degli ordini della gerarchia attuale. E' la crisi nella Chiesa, lo stato di necessità.
Mons. Semeraro ha scritto una serie di assurde sciocchezze. Anche l'Ecclesia Dei ha scritto nero su bianco che le S. Messe della FSSPX sono valide.

Se fossi della diocesi di Albano scriverei una lettera al Vescovo in cui mi dichiarerei fedele della FSSPX, di condividere la loro teologia e di partecipare ai loro sacramenti.
Poi voglio vedere se mons. Semeraro emette il decreto formale di scomunica.

Anonimo ha detto...

Volevo segnalare un dato, a mio giudizio, assai importante: padre Amorth dopo essere stato zitto per tutta la durata del Sinodo ha pubblicato ieri un contributo sulla Vera e Falsa Misericordia.

MAI avrei pensato che padre Amorth si schierasse apertamente contro il Papa.

Se lo fa una persona santa come lui (MAI polemica con alcun Papa; anzi) vuol dire che il problema è davvero come da noi descritto.

cordiali saluti

edoardo malgarida ha detto...

OT ma non troppo.

Segnalo l'ultimo articolo di Blondet che sembra, incidentalmente, parlare anche della situazione di Albano e del suo Vescovo "scomunicatore".

Anonimo ha detto...

Ma come???
Tutti si salvano... e i fedeli della Fraternità no???
Siamo alla frutta.

RIC ha detto...

Anonimo delle 09.51 e' possibile avere per cortesia il link alle affermazioni di Padre Amorth? Grazie!

Anonimo ha detto...

Semeraro da quando i 'papi' non soggiornano più a Castelgandolfo, non sa cosa fare e si gira i pollici e fa qualcosa per attirare l'attenzione si di sé, forse per ottenere una sede più consona alle sue ambizioni, ciò detto, dopo aver preso atto che in Brasile il geniale Hummels sta per varare un progetto di sostituzione di sacerdoti mancanti con 'probi viri' facenti funzione di, mo' vediamo se funziona; intanto leggendo lo scriba ufficiale scopro che x il vdr c'è un'ulteriore categoria, i cattolici 'grigi'.....ohibò, sapevo degli alieni grigi e di quelli bianchi che secondo Hubbard e i babbei scientologisti verranno a portarci via su altri pianeti, oppure ad impadronirsi dei nostri corpi, mi viene in mente Visitors che guardavo da ragazzino....poveri noi che periodo sfigato (si può?) ci tocca vivere.P.S. Rr leggi tu che avevi avanzato l'ipotesi, il successore di Bergoglio a BA, dopo aver celebrato messa, mentre si intratteneva con alcuni fedeli, avendo lasciato in sacrestia vesti, spilla d'oro regalata da B., pallio, ed un ben nutrito portafoglio, al rientro non ha trovato nulla, tutto rubato, Rr, hai capacità divinatorie oltre che mediche? Lupus et Agnus.

Anonimo ha detto...

@RIC ore 10 e 41

L'articolo postato da padre Amorth si trova su facebook padregabrieleamorth

è molto bello e... cattolico!

mic ha detto...

Per la precisione,
sulla pagina Fb intestata a don Gabriele Amorth, risulta questo link ad un articolo, condivisibile, di un sacerdote. Ma non si tratta di dichiarazioni di padre Amorth.

http://dominameaetmatermea.blogspot.it/2014/09/vera-e-falsa-misericordia.html

ric ha detto...

Grazie anonimo vado subito a vedere!

mic ha detto...

Questo il link alla pagine Fb

https://www.facebook.com/pages/Padre-Gabriele-Amorth/350761581645316

rr ha detto...

Lupus,
nel caso che citi, più che di un effetto "Pechbringer", direi si sia trattato dell'effetto "puzza di pecore" o anche "periferei esistenziali": se tu lasci che in Chiesa, ed in chiesa, entrino cani e porci, lupi e leoni, oltre le pecorelle smarrite, è chiaro che ognuno farà quel che è nella sua natura. Se sei ladro, rubi.

"spilla d'oro regalata da B., ...ed un ben nutrito portafoglio"
Oh, ma non doveva essere la "chiesa povera per i poveri" ?

Vorrà dire che il Vescovo di Baires farà come quello dei Miserabili, che, non denunciando Jean Valjean, gli salva la pelle e l'anima. Così, dopo aver rintracciato il ladro, ed averlo "salvato", potrà raccontare la storiella ai giornalisti che se ne andranno in brodo di giuggiole, e grideranno al miracolo, ovviamente bergoglionesco.

Stamane sono particolarmente acida, perchè ho letto che il VdR, che morire se avrebbe ricevuto i pellegrini SP, riceverà i centri sociali (!!!) tra i quali il Leoncavallo di Milano. I Milanesi che seguono questo blog saranno, spero, schifati come me. Manco Martini e Tettamanzi li ricevettero!!
Per chi non li conosce, non essndo milanese, am non credo, sono un manica di scansafatiche, mangiapane a tradiemnto, psuedo sociali, in realtà Cicero pro domo e droga sua, che per anni hanno abusato di una proprietà privata, finchè, con Pisapippa hanno ricevuto una sontuosa sistemazione dal Comune, che ha poi indennizzato la proprietà. I fregati (ed evito un' altra parola più forte, sempre iniziante per "f") ? MA i contribuenti milanesi, of course...
RR

Anonimo ha detto...

Stavo per postare il link all'articolo di Tosatti sulle follie brasiliane, ma vedo che RIC l'ha già fatto stamattina.
Bè, certo che se le cose stanno così,
http://www.lastampa.it/2014/10/28/blogs/san-pietro-e-dintorni/brasile-ok-ai-viri-probati-qtC6MqwL3kdEKKAKud3VzM/pagina.html
mi pare evidente per quale motivo Semeraro se la prenda tanto (e un po' a sproposito, ci va giù pesante e non deve aver proprio presentissimo il diritto canonico) con i detestati lefebvriani: sa bene che, se la Chiesa va avanti così, anche chi non è mai stato attratto dalla FFSPX, comincerà ad esserlo seriamente. Me compresa. C'è un limite a tutto, misericordia, qui veramente non mi sento più a casa in questa strana neo Chiesa...
Vediamo cosa faranno gli altri vescovi...
Cercherò, alla prima occasione, di parlarne con qualche sacerdote FFSPetri: così almeno non mi scomunicano... che roba...
humilitas

rr ha detto...

Lupus e Anonymous,
vi segnalo un articolo di Newsweek sul VdR via Mundabor.
Rr
PS: vale anche per chiunque conosca bene l'Inglese

rr ha detto...

Humilitas,
prima o poi scomunicheranno anche l'FSSP, per quanto buoni se ne stiano. Vedi quel che hanno fatto con gli FFI, in pratica "scomunicando" i loro fedeli, impossibilitati a ricevere la S. Messa VO, e a continuare a essere seguiti dai quei frati che hanno esiliato all'estero (Padre Serafino, tanto per non far nomi).
Una curiosità: se tu sei di Milano, dove li trovi gli FSSP, se non alla Cattolica una volta la settimana" ?
RR

Anonimo ha detto...

Rr: a Milano in Cattolica, certo...
Una volta alla settimana? Io sapevo una volta al mese, veramente... Alle due Messe del mercoledì sera e del giovedì a mezzogiorno, la terza settimana di ogni mese.
Se ci sono in altre occasioni, quando e dove, che mi è sfuggito?
grazie,
humilitas

RIC ha detto...

@Rr
Se e' per questo il vdr riceve anche questi altri. Non dico che un papa non debba preoccuparsi delle questioni sociali. Ma nel caso specifico le domande sono:
Chi paga il biglietto aereo e la permanenza a Roma?
Come sono stati scelti coloro che parteciperanno?
Perche' la Chiesa deve includere tutti meno la FSSPX?
Perche' n Vaticano c'e' posto per tutti meno che per coloro che difendono la Tradizione e la Messa di Sempre??

http://vaticaninsider.lastampa.it/vaticano/dettaglio-articolo/articolo/franceco-francis-francisco-37126/

Anonimo ha detto...

Ecco il link a Newsweek:
http://www.newsweek.com/2014/10/31/crisis-changed-pope-francis-279303.html
Sia o proprio a posto...
humilitas

RIC ha detto...

Grazie Rr per la segnalazione dell'articolo del New York Times. Molto "tagliato" sulla realta' americana ma ampiamente condivisibile anche fuori dagli States

RIC ha detto...

Ops, stiamo parlando di due articoli diversi, sorry. Io mi riferisco a quello del NYT

http://www.nytimes.com/2014/10/26/opinion/sunday/ross-douthat-the-pope-and-the-precipice.html?partner=rssnyt&emc=rss&_r=2

Anonimo ha detto...

Scusate,
ma perchè i testi che sottolineano il peso esclusivamente locale di queste note di Semeraro e ricordano che non è la prima volta che la FSSPX riceve censure anche da vescovi locali, non passano?
Grazie

mic ha detto...

Non passano le comunicazioni spiccatamente malevole, che hanno già le loro tribune spargi-veleno.

E' nota l'avversione dei vescovi. Del resto abbiamo più volte segnalato - e confutato - alcune dichiarazioni dello stesso card. Mueller, che forse oggi è venuto a più miti consigli...

http://chiesaepostconcilio.blogspot.it/2014/08/la-fsspx-non-si-trova-in-una-situazione.html

Un'avversione viscerale e, oserei dire diabolica, verso la quale non è servita neppure la lettera del 2009 - proprio ai vescovi - di Benedetto XVI, in occasione della rimozione delle scomuniche, che così dichiarava tra l'altro:
"...Non dovremmo come buoni educatori essere capaci anche di non badare a diverse cose non buone e premurarci di condurre fuori dalle strettezze? E non dobbiamo forse ammettere che anche nell’ambiente ecclesiale è emersa qualche stonatura? A volte si ha l’impressione che la nostra società abbia bisogno di un gruppo almeno, al quale non riservare alcuna tolleranza; contro il quale poter tranquillamente scagliarsi con odio. E se qualcuno osa avvicinarglisi – in questo caso il Papa – perde anche lui il diritto alla tolleranza e può pure lui essere trattato con odio senza timore e riserbo...."

Anonimo ha detto...

@Rr, ho detto spilla d'oro, non ho parlato di candelabri d'argento :D, leggi meglio.....a proposito del portafoglio, c'era anche la cifra, considerevole per l'Argentina, in $ americani, naturally, ci sono periferie e periferie, evidentemente, e i cattolici non sono tutti uguali, ci sono i gironi e i punti di preferenza, bisogna adeguarsi; ho letto Mundy, è spesso condivisibile, quello che non mi piace sono gli insulti ad personam, quello proprio no, anche se il tipo non mi piace per niente, non va bene, almeno per me.Lupus et Agnus.

mic ha detto...

All'Anonimo che ha postato tre lenzuolate di copia-incolla inserendo per intero l'articolo su misericordia e pentimento di cui al link che ho dato sopra.

È sempre preferibile usare il meno possibile i copia-incolla, a meno che non siano indispensabili alla discussione e ad essa pertinenti.
Per il resto è sempre molto più efficace una comunicazione diretta che non appesantisce e non diluisce il discorso che si sta facendo.

Anonimo ha detto...

Molto interessante anche l'articolo del NYTimes suggerito da RIC, è lo stesso che segnalava anche Rorate Coeli.
I dubbi sono gli stessi, di qua e di là dell'Oceano...

@Anonimo 9:33, la prego non ci faccia venire l'ansia, che siamo già tutti provati...

humilitas

Anonimo ha detto...

i fideli sono stati calunniate in modo grandissimo...

i loro diritti civili sono stati danneggiate gravemente...

Al stesso tempo il vescovo in fare qualche cosa ultra vires, non deve avere la protezione del codice civile per calunniare i fedeli...perché il suo documento non è ecclesiastico ma una cattiveria maligna


Romano

mic ha detto...

Un copia-incolla pertinente, che può essere la risposta ad humilitas:

... La città diletta è Gerusalemme ma, secondo alcuni esegeti, potrebbe anche essere Roma, soprattutto alla luce dell’evoluzione della storia cristiana dall’epoca di San Giovanni a oggi. Il “bello”, però, sono quei popoli di Gog e Magòg. Lo sapete chi sono? “leggendarie popolazioni barbariche, selvagge e sanguinarie, dell’Asia centrale (ndr: Siria, Iraq, Iran, ecc., ecc.) che la tradizione biblica, e poi cristiana, vide incombere come una minaccia di sterminio sulla civiltà” (Enciclopedia Treccani). Provate ad immaginare che ruolo avranno. Userò una metafora per spiegarlo. È quello sintetizzato dalla famosissima battuta, nel film Apocalypse Now, del Colonnello Kurtz (Marlon Brando) che rivolto al Capitano Willard (Charlie Sheen), inviato dai superiori per eliminarlo, dice: “…lei non è un soldato, è solo un garzone di bottega che è stato mandato dal droghiere a incassare i sospesi”.

Queste genti, questi “califfi” sono i garzoni del droghiere: il “principe del mondo”, mandati ad incassare le “anime” in sospeso. E state certi che il conto arriverà, perché i conti in sospeso, prima o poi, si devono pagare. Noi ex-cristiani, intrisi di io e totalmente senza Dio, “gente” di questo occidente stantio, tronfi nel nostro ideologico pragmatismo laicista, che ha solo valori utilitaristici, abbiamo consumato, da tempo, la dilazione di pagamento concessa e come cammelli siamo destinati a non passare per quella famosa cruna.

http://www.papalepapale.com/develop/califfi-califfati-e-cammelli-che-non-passano-per-la-cruna-dellago/

mic ha detto...

Ma il Signore e la Sua e nostra Madre non ci abbandonano...

mic ha detto...

i loro diritti civili sono stati danneggiate gravemente...

Se sono danneggiati i loro diritti civili, figuriamoci quelli spirituali!

Rr ha detto...

Humilitas,
Si, hai ragione, il mio e' stato un lapsus calami, volevo scrivere una settimana al mese, ed e' venuto fuori una volta la settimana.
Lupus,
si, certo, una spilla non e' un candelabro, e Jean Valjean non era un ladro da villas miserias, per bacco !
Avrei potuto scommettere che i soldi fossero sporchi dollari yankees, perché e' in realtà la moneta preferita dai Latinos, così come gli USA sono il loro vero paese di bengodi, la loro Terra promessa ( fin tanto che quelli
che c' han la fissa della Terra promessa, in senso materiale, s' intende, glieli lasceranno invadere).
Su Mundabor: effettivamente a volte e' eccessivo, ma a parte che credo sia todacno, e quindi un po' greve di natura, vivendo in ambiente anglosassone, con tutto il loro perbenismo, puritanesimo e politically correctness, non puo ' non sbrcare ogni tnto.
Mic: quel brano di BXVI della lettera ai vescovi sull' FSSPX, mi ha sempre ricordato i "five minutes hate" di Orwell in "1984". L' ideologia a cui si riferiva Orwell era il marxismo stalinista. Stessa ideologia satanica alla base dell' avversione verso l' FSSPX. I cattocomunisti, in Italia, sono nati e cresciuti all' ombra del" Piccolo Padre" e dei suoi epigoni.
Rr

bernardino ha detto...

Mic., -" Ma il Signore e la Sua e nostra Madre non ci abbandonano "-

Dunque se non ci abbandonano Coloro che ci amano, perchè mai, mi domando, hanno abbandonato la Spendida Sposa nelle mani di certa gente (tolti alcuni, non sò quanti, Burke, Ranjit, Oliveri, Negri, FSSPX ed altri) che La stà sprofondando nel baratro degli abbissi? Perchè mai la Una e Santa deve trovarsi in balia delle tempeste da oltre 50 anni?
Ma Gesù, per chi mai ha dato il Suo Sangue sulla Croce se non per la Sua Sposa, se non per la nostra salvezza, trattata poi in questo modo orribile da gente che non crede davvero nella Croce e sta mettendo in Croce tutti coloro che hanno voglia di salvarsi dalla dannazione eterna?
Ma Gesù può permettere ancora che tutto questo continui all'infinito?
il demonio ha giurato di distruggere Gesù e la Sposa, ma Dio dice che le porte dell'inferno non prevarranno; speriamo che i pochi Pastori ubbidienti al Creatore, seguendo la sana Dottrina apostolica, ripareggino il danno degli altri, e così anche la Verità sarà di nuovo ripareggiata.
I danni prodotti nel tempo sono incalcolabili, ma Dio sà come recuperare, e come ha distrutto col fuoco Sodoma e Gomorra, distruggerà tutto ciò e coloro che hanno in mente di bruciare la Sua Dottrina per porne sul podio l'altra eretica.

RIC ha detto...

La diocsi di Udine contro Kasper

http://www.iltimone.org/32317,News.html

Amicus ha detto...

Sulla buffonata della 'scomunica' di Mons. Semeraro, fondata sul nulla giacché la pseudo-scomunica del 1988 poi ririrata nel 2009 riguardava solo i Vescovi consacranti e consacrati, e non i sacerdoti (oggetto solo di di una altrettanto invalida sospensione 'a divinis') né i fedeli (del tutto liberi da censure o irregolarità canoniche), si veda ad esempio il commento a caldo di Una Vox al link seguente:

http://www.unavox.it/ArtDiversi/DIV1007_Belvecchio_Scomunica_ridicola.html

Nel testo è riportato anche un rimando al famoso testo di Mons. Perl della Pontificia Commissione Ecclesia Dei circa la perfetta liceità per i fedeli di partecipare alle SS. Messe della FSSPX (e dunque a fortiori di chiedere e ricevere i Sacramenti).

Anonimo ha detto...

Prima del Vaticano 2, per affermazioni simili lo avrebbero giustamente scomunicato. Giorgio

Amicus ha detto...


Per comodità riporto qui i due estratti dell'Ecclesia Dei che ci riguardano.

La Pontificia Commissione “Ecclesia Dei” afferma e ribadisce che, assistendo alle SS. Messe celebrate dai sacerdoti della Fraternità Sacerdotale San Pio X, si assolve il precetto domenicale:

"Pontificia Commissione Ecclesia Dei
18 gennaio 2003
[…]
I punti 1 e 3 della nostra lettera del 27 settembre 2002 sono riportati con esattezza.
La prima domanda era: “posso assolvere il mio obbligo domenicale assistendo ad una messa della S. Pio X”, e la nostra risposta era:
1. In senso stretto potete assolvere al vostro obbligo domenicale assistendo ad una messa celebrata da un prete della Fraternità San Pio X.
La sua seconda domanda era: “commetto peccato assistendo ad una messa della San Pio X”, e noi abbiamo risposto dicendo:
2. Vi abbiamo già detto che non possiamo raccomandarvi di assistere ad una tale messa, e vi abbiamo spiegato il perché. Se, assistendo a questa messa, la vostra ragione principale sarebbe di manifestare il vostro desiderio di separarvi dalla comunione col Pontefice romano e con quelli che sono in comunione con lui, si tratterebbe di un peccato. Se la vostra intenzione consiste semplicemente nel partecipare ad una messa detta col Messale del 1962, non si tratta di peccato.
La sua terza domanda era: “è un peccato se contribuisco alla colletta domenicale in una messa della San Pio X”, ed abbiamo risposto:
3 Sembrerebbe che un modesto contributo alla colletta della messa possa essere giustificato.[…]

Mons. Camille Perl"

"Pontificia Commissione Ecclesia Dei
5 settembre 2005

[…] Sull’argomento esposto (che Lei assiste regolarmente alla Messa domenicale in una cappella della Fraternità San Pio X) si può dire solo questo: i fedeli che assistono alle Messe della detta Fraternità non sono scomunicati, come non lo sono nemmeno i sacerdoti che celebrano, che invece sono sospesi. Questo perché sarebbe difficile spiegare tale esclusione per questo solo motivo, dal momento che si cerca di reintegrare questa Fraternità nella piena comunione della Chiesa. […]

Mons. Camille Perl"

http://www.unavox.it/Documenti/doc0165_CED_MessaFSSPX.htm

Silente ha detto...

Non è un fuori argomento: a pagina 49 della Stampa di oggi, edizione ligure - pagine della Riviera - si svelano le origini della campagna di diffamazione contro Mons. Oliveri. La buona notizia: è difeso dai giovani sacerdoti e associazioni cattoliche si stanno schierando con lui.

renovatio ha detto...

After nine months' insistence by the Hawaii Six, Cardinal Ratzinger's official, hand-signed decree of June 4, 1993 nullifying the excommunications was finally released by Archbishop Cacciavillan to the petitioners under his February 28, 1993 cover letter.http://archives.sspx.org/district_news/2011/hawaii_six-in_memoriam/hawaii_six-in_memoriam.htm

bernardino ha detto...

@ Amicus :

Ma non è peggior errore allora partecipare alla Messa NO di P.VI,
dopo il ""Breve esame critico dei Card.li Ottaviani e Bacci che dicono che quella messa si allontana in modo impressionante dalla Dottrina Cattolica"" ecc.ecc. -
Ma vogliamo forse paragonare la S.Messa Apostolica (perchè di questo si tratta) con il NO liturgia protestantizzata?
Dobbiamo metterci in mente che con questa gente non esiste più discussione. Ormai loro predicano e praticano una dottrina all'opposto alla Cattolica e in modo identico formulano liturgie protestantizzate.
Quando dico queste cose, mi riferisco ai novatores e non parlo di quei sacerdoti che celebrano liturgie celebrate ininterrottamente da due millenni, che non sembra ma sono proprio tanti, tanti, anche se da Roncalli a Bergoglio non vogliono sentir parlare.
Se questa Dottrina e queste liturgie (S.Messa compresa) fossero state non consone a Cristo, i duecentosessanta papi preconciliari ed i migliaia di vescovi e non so quantificare il numero dei sacerdoti di due millenni, come li avremmo dovuti dichiarare? ...... (non voglio dire una parolaccia), -
E quanti concilii hanno toccato dogmaticamente in duemila anni la Chiesa? Credo e son sicuro che dal 1960 in poi si è instaurata una dittatura del potere per il potere, mettendo nell'oscurità la Chiesa Cattolica e la Dottrina poco alla volta, così come hanno fatto le varie confessioni che si sono staccate da Roma; ma Dio, poi si ribella sempre quando si và contro le Sue Leggi ed i Suoi Comandamenti, poichè alla fine dei conti, perchè ha mandato il Suo Figlio unigentito per riscattarci dal peccato?
Comunque la gerarchia che ha avuto in mano la Chiesa in questi ultimi 50 anni, ha portato la fede alla deriva, ma stà anche essa andando alla deriva e si nota che ormai si arrampica sugli specchi, in quanto ha visto che Cristo gli ha precluso tutte le porte, sono a redde rationem, e queste sono le reazioni, e non essendo scemi l'hanno capito, solo che non vogliono capitolare davanti al mondo, perchè sono legati mani e piedi al mondo e non a Cristo. Questi ormai hanno un'altro vangelo (quello che vuole il mondo) ed un'altro Credo.
Che possiamo fare se non che affrontarli sul loro terreno e.....

Rr ha detto...

Confiteor mea culpa, mea maxima culpa, che non ricordavo che Semeraro- chi era costui ? - e' il segretario dei C9 del VdR, quindi si sente investito da chissà quali poteri. E magari, se Pell continuasse ad essere "ammalato", potrebbe magari sostituirlo. Oppure, vista la profonda conoscenze del diritto in genere, e di quello canonico in particolare, potrebbe sostituire Burke.
A breve non ci sarà un concistoro per un' infornata di altri cardinali ?
Rr

Anonimo ha detto...

Libera nos Domine!

Anonimo ha detto...

Grazie Mic, ho letto l'articolo di Peirce.
Inquietante davvero.
Soprattutto il commento di tal Graf il 25 ott ore 00:42. Siamo disarmati, è questa la tragica verità, perché qui non contano le bombe (magari anche quelle), contano soprattutto le preghiere, i digiuni, i sacrifici, la fede di un popolo (quale...? dove...?).
Pendiamo il santo rosario in mano, signori, e preghiamo. Non mi pare che abbiamo alternative. Che Dio ci mandi un sant'Atanasio, un san Pio V, un Jan Sobieski, e possibilmente tutti insieme...
Bergoglio non mi pare proprio adattissimo per nessuno dei tre personaggi, tuttavia mi guardo bene, per mero rispetto, dall'azzardare altri paragoni. Ma magari mi sbaglio e la sua è una gesuitica astuzia per salvarci tutti.
Certo che tra ebola, miserie materiali e spirituali e califfati vari, il prossimo futuro è apocalittico sul serio: se qualcuno dicesse "cosa vi trastullate a fare disquisizioni teologico-dottrinali e su quali Messe sono valide e chi si deve seguire, inun casino come questo basta voler bene a Gesù", bisogna rispondergli che è solo la fede, quella autentica, che ci salverà, proprio perché siamo in un casino come questo.
Come diceva JP2? Il XXI secolo o sarà un secolo religioso o non sarà affatto. Ecco. E non storcete il naso per la citazione (qualcuno lo farà, tra i lettori di questo blog), pensatela come volete, ma con lui il katechon c'era eccome.
A peste, fame et bello libera nos Domine...
humilitas

Anonimo ha detto...

perché una consistente rappresentanza della comunita' di Albano che a vario titolo frequenta la spx non assume una iniziativa inconsueta e irrituale facendo pubblicare ai quotidiani e ai media locali una dichiarazione ovviamente controfirmata da ogni singolo aderente, in cui si illustrano le ragioni ben fondate che giustificano l'allontanamento dalla chiesa diocesana,senza tralasciare certamente la citazione della Ecclesia Dei a beneficio di Mons.Semeraro affinche' si aggiorni? Questi Pastori che predicano misericordia e tenerezza ai lontani,come e' giusto e doveroso,ma rifiutano sdegnati il
richiamo alla inseparabile giustizia divina da applicarsi in ogni azione umana,esibiscono una protervia che si rende vieppiu' feroce quanto piu' viene rilevata la sottomissione docile dei destinatari delle loro angherie.Il caso FFI dovrebbe pure insegnare qualcosa...forse un atteggiamente non remissivo ma al contrario attivo e reattivo con dispiego di pubblicita' del fatto potrebbe indurli a piu' miti consigli...insomma Mic bisogna sempre tacere e subire?come dicevi tu oggi in un post precedente siamo ormai a livelli intollerabili di autoritarismo ottuso!far capire a questi signori che a tutto c'e' un limite direi sia doveroso...in ogni caso di fatto esistono due chiese,lo scisma purtroppo o/e per fortuna e' in atto,deve maturare il tempo per una sua dichiarazione ufficiale(Sinodo 2015 o anche prima?) almeno i lupi travestiti da agnelli si tolgono la maschera...certo per chi come noi desidera rimanere Cattolico si fara' sempre piu' difficile(sara' celebrato il Divin Sacrificio nelle mura domestiche con i pochi sacerdoti fedeli..?) in ogni caso,comunque sia,situazione in divenire inquietante che Maria ci guidi
Giampiero

mic ha detto...

Giovanni Paolo II ha avuto anche lui le sue fessure conciliari (Assisi è una bella breccia!) e alcun passi di encicliche discutibili.
Ma, al pari di Benedetto XVI, che tra l'altro era il suo teologo, ci ha anche consegnato molte luci e una grande devozione mariana.
Nonostante i 'bachi' introdotti dal concilio, i precedenti pontificati, nulla hanno a che vedere con questa rivoluzione senza rete...

mic ha detto...

perché una consistente rappresentanza della comunita' di Albano che a vario titolo frequenta la spx non assume una iniziativa inconsueta e irrituale facendo pubblicare ai quotidiani e ai media locali una dichiarazione ovviamente controfirmata da ogni singolo aderente,

Perché forse è meglio continuare per la propria strada con semplicità, senza raccogliere sfide (non ha parlato il papa e ci sono pronunciamenti diversi più autorevoli) e alimentare contrasti che fanno male a tutti, affidandosi alla Provvidenza ed all'Immacolata.

Anonimo ha detto...

Gentile signora,ricorda la faccia del vecchissimo cardinale che si affaccio` a
San Pietro il 13 febbraio insieme a Bergoglio?
Era una faccia letteralmente sconvolta come se fosse accaduto chissa` cosa...
Io ne rimasi molto colpito,come del resto mi mise una certa inquetudine "buonaseeera sono il vescovo di Roooma".
Ebbene mettendo ogni tassello in ordine il quadro si completera`
con una riforma liturgica sul tipo cena protestante,
cosa che guardando l'accellerazione dell'agenda Bergoglio,non sara` neanche poi tanto lontana nel tempo.
Come spiega altrimenti il feroce accanimento verso la Messa Antica?
Il venerabile papa PioXII disse che sarebbe venuto il giorno in cui i Cattolici entrando in chiesa invano avrebbero cercato la lampada accesa.

Orsu`! Non prevalebunt!

Anonimo ha detto...

Un precedente storico: http://archives.sspx.org/district_news/2011/hawaii_six-in_memoriam/hawaii_six-in_memoriam.htm.

RIC ha detto...

Un articolo confortante di Rorate Caeli

http://rorate-caeli.blogspot.com/2014/10/surprise-no-vatican-iii.html#more

Lettore ha detto...

http://www.unavox.it/ArtDiversi/DIV1009_Quesiti_irriverenti.html

Anonimo ha detto...

http://vigiliaealexandrinae.blogspot.it/2014/10/semerarus-episcopus-diabolicus-et.html

Arcangelo ha detto...

mic ha detto...
perché una consistente rappresentanza della comunita' di Albano che a vario titolo frequenta la spx non assume una iniziativa inconsueta e irrituale facendo pubblicare ai quotidiani e ai media locali una dichiarazione ovviamente controfirmata da ogni singolo aderente,

Perché forse è meglio continuare per la propria strada con semplicità, senza raccogliere sfide (non ha parlato il papa e ci sono pronunciamenti diversi più autorevoli) e alimentare contrasti che fanno male a tutti, affidandosi alla Provvidenza ed all'Immacolata.
Carissima Dottoressa Guarini,
per caso si sta stancando?
Sarebbe umano.

mic ha detto...

per caso si sta stancando?
Sarebbe umano.


Non mi sto stancando ;)
Credo sia realistica determinazione. Le contrapposizioni eclatanti non servono a nulla e a nessuno, ma solo a ad aumentare la confusione.
Abbiamo parlato abbastanza e parleremo ancora quanto serve e servirà a riaffermare diffondere e difendere la fede. Ma non per metterci a fare polemiche che non portano da nessuna parte.

La prassi determinata e convinta (che comprende anche la pastorale dell'insegnamento portata avanti dai sacerdoti o sotto la loro guida) vale anche per noi, non solo per la neo-chiesa conciliarista...

Annarè ha detto...

Certo che essere scomunicati da uno scomunicato è un po' paradossale, o no? I modernisti non sono già stati tutti scomunicati da S.Pio X? Una scomunica da questi equivale ad una ad essere confermati nella fede.
A parte questo cosa vorrebbe che facessimo mons Semeraro che andassimo da don Ciotti a far fare le comunioni ai nostri figli, don Gallo purtroppo è già morto altrimenti potevamo andare da lui. Cosa devo dire ora a mio marito, che lo ripudio, perchè non è mio marito? Ma come, nelle unioni di fatto ci sono germi di santità e nei matrimoni officiati dalla FSSPX ci sono solo virus mortali? Lo sa mons. Semeraro che i ministri del matrimonio sono gli sposi? Le cresime da chi ce le facciamo fare da Kasper che nemmeno crede alla resurrezione di Cristo e ad altre verità di fede? Che caspiterina di soldati seguirebbero un morto? La sittuazione odierna è talmente demenziale che non può essere presa con serietà se si è sani di mente.

mic ha detto...

Interessantissima analisi di Vigiliae Alexandrinae. Fino al tardo pomeriggio sono fuori e non posso pubblicare. Ma intanto la segnalo

http://vigiliaealexandrinae.blogspot.it/2014/10/semerarus-episcopus-diabolicus-et.html

Discorso da riprendere e approfondire. Per dir la verirà io ho inteso "mettere una pezza" immediata al comportamento abnorme del prelato. E soprattutto smorzare possibili interventi scomposti. Non riesco a scrivere di più. Ma è bene che vi siano reazioni decise precise e competenti.
Alla prossima...

Anonimo ha detto...

Attenzione che se la diocesi di Udine si mette contro qualche tesi di Kasper non significa che non sia in tutto bergogliana. Tolto il vescovo (che pare avere qualche idea conservativa) il clero si è sempre distinto per essere il portabandiera di un'interpretazione del Vaticano II molto, molto progressista. Lo stesso Guido Genero, che l'articolo sembra esaltare, in campo liturgico (è docente di liturgia) è fieramente CONTRO il ripristino della liturgia antica in diocesi. Parlo per esperienza diretta. Quindi che vi aspettate da chi, di fatto, è nel campo del pieno ammodernamento? Non fate gli illusi, per favore!

Anonimo ha detto...

Quello che mi spaventa un pochino è che, come al solito, non siano ancora uscite precisazioni da parte di chi ha (dovrebbe avere) in mano la situazione: la commissione Ecclesia Dei suppongo che sia stata informata (o no?) di questa libertà che si è presa Semeraro.
Leggo da più parti che Bergoglio avrebbe detto a mons. Fellay qualcosa del tipo "quelle persone, c'è chi pensa che li scomunicherò, ma si sbaglia", e "non li condannerò, né impedirò ad alcuno di andare da loro".
Se è così, che lo dica...
O fa parte anche questo di quel suo modo carinissimo di pensare quello che vuole ma con l'attenzione di dire all'interlocutore ciò che vuole sentirsi dire?
Ricordiamoci che qualche giorno fa si era letto di qualche possibilità di apertura, di ponti verso la FSSPX, ne ha parlato anche Tosatti
http://vaticaninsider.lastampa.it/vaticano/dettaglio-articolo/articolo/lefebvriani-lefebvrians-lefebvrianos-37117/
Ipotesi di prelatura personale... sempre che non sia per commissariare anche loro...
E adesso Semeraro "scomunica"?
Ma a che gioco stanno giocando???
Chi ci capisce è (molto) bravo.
humilitas

Anonimo ha detto...

http://magister.blogautore.espresso.repubblica.it/2014/10/29/tempo-di-misericordia-ma-anche-di-scomuniche/

Anonimo ha detto...

Dimenticavo: speravo in un commento di padre Zuhlsdorf, che di solito è abbastanza equilibrato nei giudizi, ma si limita a porre la questione, senza trarne conclusioni... Anche se scrivere che Semeraro è il segretario della Gang of Nine Cardinals è già una chiave di lettura...
http://wdtprs.com/blog/2014/10/juxtaposition-for-your-consideration/
humilitas

Amicus ha detto...

Il link sopra riportato dall'Anonimo del 28 ottobre ore 23:23 agli archivi della FSSPX, riguarda un caso analogo a quello di Semeraro, accaduto nel 1991 ad Honolulu (Isole Hawaii), dove un gruppo di sei cattolici che frequentavano la cappella locale della FSSPX furono oggetto di un decreto di scomunica da parte del vescovo locale.

I sei fedeli fecero ricorso alla Congregazione della Dottrina della Fede, e l'allora Prefetto Card. J. Ratzinger nel 1993 dichiarò con documento ufficiale protocollato e da lui stesso firmato, che la scomunica da parte del suddetto vescovo era priva di fondamento e dunque completamente nulla.
Ergo...

Ripropongo il suddetto link che contiene anche i documenti ufficiali della vicenda:
http://archives.sspx.org/district_news/2011/hawaii_six-in_memoriam/hawaii_six-in_memoriam.htm

Amicus ha detto...

In ogni caso i rilievi su Vigiliae Alexandrinae ci riportano al nocciolo della questione.
E cioè, in tempi di grave crisi nella Chiesa, nei quali le anime sono in stato di grave, anzi estrema necessità, non ha molto senso 'giostrare' a colpi di diritto canonico.
In questi tempi, come per i tempi di Sant'Atanasio di Alessandria, anche i codici creati per una situazione normale nella Chiesa 'saltano'. Così come i limiti di velocità previsti dal codice stradale non valgono più in caso di emergenza (con un ferito a bordo, per esempio): e quindi si deve fare tutto ciò che è necessario ai fini della salus animarum, eccetto ovviamente ciò che fosse intrinsecamente peccaminoso.
E' ciò che fecero appunto Sant'Atanasio e Mons. Marcel Lefebvre. Ed è ciò che dobbiamo fare anche noi.

Fedele ha detto...

" speravo in un commento di padre Zuhlsdorf, "

Il commento c'è e nemmeno tanto velato. Oltre alla "Banda dei nove", ricorda la riparazione di Oklahoma City e dice che c'è bisogno di ciò che la Fraternità è. Dopo aver sottolineato il contrasto tra le cose positive scaturite dall'incontro Fellay-Muller e questa mossa del vescovo di Albano.

Anonimo ha detto...

"Il commento c'è e nemmeno tanto velato. "

Non è tanto un commento quanto un apprezzamento della FSSPX.
Manca l'approccio canonico e teologico al provvedimento del vescovo.

Rr ha detto...

Le cose positive...

e se Mueller si fosse " aperto" all' FSSPX per motivi suoi, senza prima consultare la Casa Rosada, pardon S.Marta, e questo avesse oltremodo irritato il Capo, e ne stesse facendo lespese la Fraternità ?
E se effettivamente il Priorato e' sempre piu frequentato, e qualche parroco, che perde fedeli, se ne fosse lamentato col Vescovo ? che oltre tutto sembra cosi vicino al Caudilletto ?
In tempi di basso, basso, impero, le vendette personali e le faide si moltiplicano, mancando una vera Autorità centrale.
Rr

Anonimo ha detto...

Mi pare che la "scomunica" del Vescovo di Albano è una prova per stabilire quanti seguirrano Bergoglio in perseguitare i fideli in tutto il mondo...

Per proporre la Chiesa del Anticristo, devono per forza formalmente escludere i Cattolici di ogni genere cominciando da quelli più "odiosi" alla maggioranza..

Il FFI sono stato l'innizio, adesso vediamo chiaramente che tutto è stratagemma di divisione e schisma...

Romano

Anonimo ha detto...

Tempo di "misericordia". Ma anche di scomuniche

http://magister.blogautore.espresso.repubblica.it/

tutto ciò credo sia perfettamente in linea col programma.. (compreso il soffocamento della Santa Messa con vecchio rito)...
prevista se non una unione una specie di federazione-coordinamento col protestantesimo-pentecostale (e poi con altre religioni? del resto per certa gente c'è solo il G.A.D.U...)
http://www.kelebekler.com/occ/copert00.htm
http://www.movisol.org/milizia.htm
Ed anche la TdL è perfettamente in linea nwo.. che sarà un comunismo rivisitato per il xxi secolo... (comunismo-capitalismo facce stessa medaglia) Un socialismo totalitario globale (dopo il probabile collasso e, speriamo di no, guerra)
Basterebbe anche vedere zeigeist i world social (economic -political) forum , lo pseudo socialismo obamiano (che cita perfino Gioacchino da Fiore..)etc
http://www.santaruina.it/il-fabianesimo-e-la-finestra-dellinganno

Rr ha detto...

Bergoglio potrebbe essere benissimo un " Manchurian Candidate", esattamente come Obama e, mooolto in piccolo, Renzi.
Rr

bernardino ha detto...

Non vi sembra che si stia attualizzando la profezia della Madonna di fatima sugli errori che il comunismo/ateo della Russia ha diffuso in tutto il mondo? Ma è tanto difficile riflettere sulle parole di Bergoglio sul social/comunismo?
Perchè la Vergine ha chiesto ripetutamente di offrire la conversione della Russia al suo Cuore Immacolato?
Sapeva che gli errori della Russia atea avrebbero infettato tutto il mondo, e per questo che chiedeva la conversione da parte del Papa in unione di tutti i vescovi.
Non è mai stato fatto; oggi le parole di colui che siede sul Trono di Pietro ai gruppi ricevuti qualche giorno fà, fanno riflettere.
Pertanto prendo in considerazione i commenti di anonimo delle 18,07 e di Rr delle 18,01.
Troppe caselle cominciano a completare il mosaico.
Avete visto il pellegrinaggio della FSPX a Lourdes? sembrava la Basilica di S.Pietro (senza Bergoglio) con ancora P.XII.

Anonimo ha detto...

Ed ecco la puntuale risposta della FSSPX.
Mi sono sempre più simpatici. Chi l'avrebbe mai detto, solo qualche anno fa...
Ma chi l'avrebbe mai detto che SRE si sarebbe ridotta così!
http://www.sanpiox.it/public/index.php?option=com_content&view=article&id=1473:a-proposito-della-notifica-di-mons-semeraro&catid=64:crisi-nella-chiesa&Itemid=81
humilitas