venerdì 1 ottobre 2021

2 ottobre, Messa Primo Sabato del mese a Sant'Anna al Laterano

Carissimi,
Dopo l'estate riprendiamo le nostre buone abitudini. 
Domani 2 ottobre Festa degli Angeli Custodi è anche il I Sabato del Mese. Vi ricordo la celebrazione della S. Messa alle ore 16,00 nella nostra Chiesa di S. Anna
Sia domani che domenica la Chiesa sarà aperta a partire dalle ore 15,00 con possibilità di Confessioni.
Avanti in Domino
Mons. Marco Agostini

10 commenti:

Anonimo ha detto...

Il mese di ottobre è dedicato alla Madonna del Rosario, ma è anche il mese dedicato ai nostri Santi Angeli Custodi, dei quali il 2 ottobre si celebra la festa!
Recitiamo il S. Rosario, dopo il quale è prescritta la preghiera a S. Giuseppe "A te, o beato Giuseppe", per disposizione di Leone XIII nell'enciclica "Quamquam pluries". E onoriamo anche ogni giorno i nostri S. Angeli Custodi!

Anonimo ha detto...

"Decretiamo pertanto e comandiamo che in questo stesso anno la solennità della Madonna del Rosario sia celebrata con speciale devozione e splendore di culto in tutto il mondo cattolico, e che dal primo giorno del prossimo ottobre sino al due del successivo novembre in tutte le Chiese parrocchiali del mondo e, se gli Ordinari dei luoghi lo riterranno utile ed opportuno, anche in altre Chiese ed Oratori dedicati alla Madre di Dio, si recitino devotamente almeno cinque decine del Rosario, con l’aggiunta delle Litanie Lauretane"
LEONE XIII, Supremi Apostolatus
https://bit.ly/3D6TYER
INDULGENZE DEL ROSARIO https://bit.ly/39R504u

Aloisius ha detto...

Domanda:
la pratica dei primi 5 sabati si può fare più volte?

Ave Maria! ha detto...

C'e' anche una pia pratica detta dei 15 sabati con relative indulgenze:
http://www.preghiereagesuemaria.it/devozioni/i%2015%20sabati%20della%20b.%20v.%20di%20pompei.htm

ExAedibus ha detto...

io non celebro mai di pomeriggio perché seguo la prassi del digiuno antico prima della comunione. Pio XII permettendo le messe vespertine ha distrutto una prassi millenaria tuttora seguita dagli ortodossi che quindi ci rinfacciano pure tale abbandono di una così vetusta tradizione. Vi erano eccezioni di cui vi è traccia pure nei messali: le messe dei giorni di digiuno si celebravano proprio di pomeriggio, dopo Nona. Ma, appunto, si era digiuni dalla mezzanotte precedente (e nei periodi dove si digiunava ogni giorno, come in quaresima, per esser più precisi si era digiuni dal vespro precedente )....

Anonimo ha detto...

MESE DEL ROSARIO

__ Ad te confugimus, sancta Dei Parens: miseros Hevae filios ne despexeris! Te rogamus, Conciliatrix salutis nostrae aeque potens et clemens; Te, per suavitatem gaudiorum ex Iesu Filio perceptam, per dolorum eius inexplicabilium communionem, per claritudinem eius gloriae in te redundantem, enixe obsecramus; eia nos, quamvis indignos, audi benigna et exaudi. __

__ Ricorriamo a te, santa Madre di Dio: non distogliere lo sguardo dai miseri figli di Eva! Ti preghiamo, Mediatrice della nostra salvezza, potente e misericordiosa. Ti scongiuriamo con forza: per la soave dolcezza ricevuta dal Figlio Gesù, per la partecipazione ai suoi dolori inenarrabili, per lo splendore della sua gloria che in te si riflette, ascoltaci e, anche se indegni, esaudiscici. __

ex Ep. Enc. Iucunda semper
Leonis PP. XIII
1894

Anonimo ha detto...

SANTI ANGELI CUSTODI
PROPRIO DELLA S.MESSA

INTROITUS
Ps 102:20.- Benedícite Dóminum, omnes Angeli eius: potentes virtúte, qui fácitis verbum eius, ad audiéndam vocem sermónum eius. ~~ Ps 102:1.- Bénedic, ánima mea, Dómino: et ómnia, quæ intra me sunt, nómini sancto eius. ~~ Glória ~~ Benedícite Dóminum, omnes Angeli eius: potentes virtúte, qui fácitis verbum eius, ad audiéndam vocem sermónum eius.

Ps 102:20.- Angeli di Dio, benedite il Signore, voi potenti che operate i suoi comandi, pronti al suono della sua Parola. ~~ Ps 102:1.- Anima mia, benedici il Signore, benedica il mio cuore il suo santo Nome. ~~ Gloria ~~ Angeli di Dio, benedite il Signore, voi potenti che operate i suoi comandi, pronti al suono della sua Parola.

Gloria

ORATIO

Orémus.

Deus, qui ineffábili providéntia sanctos Angelos tuos ad nostram custódiam míttere dignáris: largíre supplícibus tuis; et eórum semper protectióne deféndi, et ætérna societáte gaudére.Per Dominum nostrum Iesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.

Preghiamo.

O Dio, che con provvidenza ineffabile ti degni di inviare i tuoi angeli a nostra custodia: concedi a noi, che ti supplichiamo, di essere sempre difesi dalla loro protezione, e di goderne l'eterna compagnia. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.

LECTIO

Léctio libri Exodi.

Exod 23:20-23

Hæc dicit Dóminus Deus: Ecce, ego mittam Angelum meum, qui præcédat te, et custódiat in via, et intróducat in locum, quem parávi. Obsérva eum, et audi vocem eius, nec contemnéndum putes: quia non dimíttet, cum peccáveris, et est nomen meum in illo. Quod si audiéris vocem eius et féceris ómnia, quæ loquor, inimícus ero inimícis tuis et affligam affligéntes te: præcedétque te Angelus meus.

Così dice il Signore Iddio: «Ecco io mando il mio Angelo avanti a te, che ti protegga durante il viaggio e ti conduca al luogo che ti ho preparato. Onoralo, ascolta la sua parola, non essere a lui ribelle; perché egli non perdonerà le tue opere malvagie; in lui infatti è il mio nome. Se ascolterai la sua voce, e farai quanto dirò, io sarò nemico dei tuoi nemici e avversario di chi ti avversa; poiché il mio Angelo ti precederà».

GRADUALE

Ps 90:11-12

Angelis suis Deus mandávit de te, ut custódiant te in ómnibus viis tuis.

V. In mánibus portábunt te, ne umquam offéndas ad lápidem pedem tuum.

Il Signore ha comandato ai suoi angeli di custodirti in ogni tua via.

V. Ti porteranno sulle loro mani, onde il tuo piede non urti nel sasso.

ALLELUIA

Allelúia, allelúia

Ps 102:21.

Benedícite Dómino, omnes virtútes eius: minístri eius, qui fácitis voluntátem eius. Allelúia.

Alleluia, alleluia.
Benedite il Signore voi tutte, o sue schiere, ministri di lui, esecutori della sua volontà. Alleluia.

Anonimo ha detto...

...segue
EVANGELIUM

Sequéntia ✠ sancti Evangélii secúndum Matthaeum.

Matt 18:1-10

In illo témpore: Accessérunt discípuli ad Iesum, dicéntes: Quis, putas, maior est in regno coelórum? Et ádvocans Iesus parvulum, statuit eum in médio eórum et dixit: Amen, dico vobis, nisi convérsi fuéritis et efficiámini sicut párvuli, non intrábitis in regnum cælorum. Quicúmque ergo humiliáverit se sicut párvulus iste, hic est maior in regno coelórum. Et qui suscéperit unum párvulum talem in nómine meo, me súscipit. Qui autem scandalizáverit unum de pusíllis istis, qui in me credunt, expédit ei, ut suspendátur mola asinária in collo eius, et demergátur in profúndum maris. Væ mundo a scándalis! Necésse est enim, ut véniant scándala: verúmtamen væ hómini illi, per quem scándalum venit! Si autem manus tua vel pes tuus scandalízat te, abscíde eum et próiice abs te: bonum tibi est ad vitam íngredi débilem vel cláudum, quam duas manus vel duos pedes habéntem mitti in ignem ætérnum. Et si óculus tuus scandalízat te, érue eum et próiice abs te: bonum tibi est cum uno óculo in vitam intráre, quam duos óculos habéntem mitti in gehénnam ignis. Vidéte, ne contemnátis unum ex his pusíllis: dico enim vobis, quia Angeli eórum in coelis semper vident fáciem Patris mei, qui in coelis est.

In quel tempo, i discepoli si avvicinarono a Gesù e gli chiesero: «Chi è dunque il più grande nel regno dei cieli?». E Gesù, chiamato a sé un fanciullo, lo pose in mezzo a loro e disse: «In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come fanciulli, non entrerete nel regno dei cieli. Chi dunque si farà piccolo come questo fanciullo, costui, è il più grande nel regno dei cieli. E chi accoglie nel mio nome un fanciullo come questo, accoglie me. Chi, invece, scandalizzerà uno di questi piccoli, che credono in me, è meglio per lui che gli sia appesa al collo una macina da mulino e sia gettato nel profondo del mare. Guai al mondo per gli scandali! È inevitabile che ci siano scandali; ma guai all'uomo a causa del quale avviene lo scandalo. Ora, se la tua mano o il tuo piede ti sono motivo di scandalo, troncali e gettali via da te. È meglio per te entrare nella vita monco o zoppo, che, avendo due mani e due piedi, essere gettato nel fuoco eterno. E se il tuo occhio ti è motivo di scandalo, strappalo e gettalo via da te. È meglio per te entrare nella vita con un occhio solo, che, avendo due occhi, essere gettato nella Geénna del fuoco. Guardatevi dal disprezzare uno di questi piccoli, perché vi dico che i loro angeli, nei cieli, vedono sempre il volto del Padre mio, che è nei cieli».

OFFERTORIUM

Ps 102:20-21

Benedícite Dóminum, omnes Angeli eius: minístri eius, qui fácitis verbum eius, ad audiéndam vocem sermónum eius.

Angeli di Dio, benedite il Signore, voi, suoi ministri, che operate i suoi comandi, pronti al suono della sua Parola.

Anonimo ha detto...

....segue
SECRETA

Súscipe, Dómine, múnera, quæ pro sanctórum Angelórum tuórum veneratióne deférimus: et concéde propítius; ut, perpétuis eórum præsídiis, a præséntibus perículis liberémur et ad vitam perveniámus ætérnam.Per Dominum nostrum Iesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.

Accogli, O Signore, i doni offerti in onore dei tuoi santi angeli; e concedici propizio, per la loro continua protezione, di essere salvi dai pericoli presenti e di raggiungere la vita eterna.Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.

COMMUNIO

Dan 3:58

Benedícite, omnes Angeli Dómini, Dóminum: hymnum dícite et superexaltáte eum in saecula.

Angeli di Dio, benedite il Signore, inneggiate a lui ed esaltatelo in eterno.

POSTCOMMUNIO

Orémus.

Súmpsimus, Dómine, divína mystéria, sanctórum Angelórum tuórum festivitáte lætántes: quaesumus; ut eórum protectióne ab hóstium iúgiter liberémur insídiis, et contra ómnia advérsa muniámur. Per Dominum nostrum Iesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.

Preghiamo.

O Signore, abbiamo ricevuto i divini misteri nella lieta festa dei tuoi santi angeli; concedici che per la loro protezione, siamo sempre liberi dagli assalti dei nemici e difesi contro ogni avversità.Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.

Anonimo ha detto...

Magnifica festa degli Angeli custodi e della Regina degli Angeli!
Bellissima succosa omelìa tutta imperniata su questo tema.